Come comunicano i cavalli?

APPROFONDIMENTO – Se vi è capitato di montare a cavallo almeno qualche volta, di fronte agli studi sulle capacità cognitive di questi animali la vostra reazione sarà “potevo dirvelo anche io”. Un po’ come quando chi ha un cane legge che i cani capiscono le espressioni del nostro viso o chi ha un gatto che i gatti sanno come stiamo (ma non gli interessa). Rispetto alle altre specie che ci sono vicine, il cavallo ha anche una data di domesticazione più recente, stimata intorno ai 5.500 anni fa contro i circa 30.000 dei cani e gli oltre 9.000 dei gatti, nonché “quantificata” in almeno 125 geni legati a caratteristiche sia fisiche che comportamentali. Il processo che li ha portati a vivere insieme a noi è considerato anche, insieme alle particolarità dei singoli animali, uno dei motivi per i quali i cavalli comunicano con gli umani decisamente più di quanto credessimo un tempo. Pensando per aneddoti, la notizia non genera alcuno stupore: un cavallo può attirare la vostra attenzione e indicarvi con i movimenti di corpo e testa che vorrebbe prendeste qualcosa per lui (ad esempio uno spuntino) o guardarvi spazientito mentre lo pulite per dirvi che state facendo qualcosa di […]

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *